SOMP – Copia

ITF POMEZIA: VINCE LA CHAKHNASHVILI

ITF POMEZIA 2011: TITOLO A MARGALITA CHAKHNASHVILI, GEORGIANA D’ITALIA

SUPERATA IN FINALE UNA TENACE ANNALISA BONA IN TRE SET

Margalita Chakhnashvili è la vincitrice del 4° torneo Internazionale Femminile Eurotools di Pomezia. La georgiana si è imposta sull’italiana Annalisa Bona col punteggio di 16 62 62.

Il primo parziale ha illuso il nutrito pubblico giunto al Tennis Club Pomezia, grazie al gioco spumeggiante dell’azzurra. “Ho disputato un primo set praticamente perfetto” – ha dichiarato Annalisa al termine del match – “Purtroppo ho risentito della fatica accumulata in questi giorni, e nei successivi set ho avuto molte difficoltà a tenere il ritmo di Margalita, a cui faccio tantissimi complimenti per una vittoria meritata.” La Bona, che grazie a questa finale raggiungerà un best ranking intorno al numero 330 Wta, è parsa comunque soddisfatta del torneo. “Ho giocato un ottimo tennis durante l’arco di tutta la settimana. Il livello, qui a Pomezia, era più simile ad un 25.000$ piuttosto che ad un 10.000$. Ringrazio anche l’organizzazione del torneo e il pubblico, oltre ai miei genitori che sono giunti a Roma quest’oggi per seguire la mia finale.”

Margalita Chakhnashvili è stata la grande protagonista della settimana del torneo di Pomezia. Nonostante fosse partita con i favori del pronostico, la georgiana non ha avuto vita facile. “Ho dovuto faticare moltissimo per vincere questa bellissima manifestazione.” – ha raccontato Margalita durante la premiazione – “Tantissime giovani ragazze in ascesa si sono ben comportate e, comunque sia, non è mai semplice vincere un torneo. Voglio fare i complimenti alla mia avversaria Annalisa Bona, che ha disputato un primo set straordinario.” La vittoria della Chakhnashvili è in parte italiana, dato che Margalita si allena ormai da 5 anni nel nostro paese.

Veniamo alla cronaca del match: la Bona è partita fortissimo, conquistando il break al quarto gioco, grazie ad un mix di back spin di rovescio molto bassi e difficili da affrontare, conditi da accelerazioni di diritto imprendibili. La Chakhnashvili è parsa un po’ spaesata, commettendo un numero di errori a lei non consono. Annalisa ha chiuso il parziale 6-1 grazie ad un secondo break ed in pochi minuti l’intero incontro è sembrato incanalarsi verso una facile vittoria azzurra. Ma la Bona e il pubblico di Pomezia non avevano fatto i conti con la determinazione e l’esperienza della georgiana, che ha iniziato a macinare gioco. “Ho cambiato tattica alla fine del primo set; ho inserito nei miei schemi la smorzata, anche perché ho visto Annalisa sempre più stanca.” La Bona è in effetti calata molto dal punto di vista atletico e la Chakhnashvili ne ha approfittato, conquistando il secondo parziale 6-2. Annalisa ha provato a lottare, ma le gambe non l’hanno più assistita e, senza troppe difficoltà, la georgiana ha portato a casa incontro e torneo, dimostrando di possedere un tennis potente, completo e tatticamente invidiabile.

Leave a Reply