Il Corriere della Città
www.ilcorrieredellacitta.com
Segui lo sport sul portale on line di Pomezia ed Ardea

Si torna in campo

Written by 
Published in Featured
Sunday, 06 May 2018 18:45

E' finita l'attesa! Pontina Calcio a 7 Cup sta per iniziare! 

Il calcio mercato è agli sgoccioli e tra cambi di casacca importanti e trasferimenti sfumati all'ultimo secondo, sono tutti pronti ai blocchi di partenza. La fase di test post league ha visto scendere in campo diverse amichevoli, squadre affamate di vittoria e vogliose di rifarsi dopo un campionato al di sotto delle aspettative.  

Quest'anno si aprono le danze il 7 maggio, un pò in ritardo rispetto al solito, ma dopo un inverno così lungo e ricco di partite c'era da aspettarselo. Come al solito la formula estiva, che prevede l'assegnazione della Champions ed Europa League, sarà divisa in due gironi. Gironi ben assortiti, tenendo conto delle teste di serie determinate dalla classifica del campionato invernale.

Come nell'edizione estiva 2015, le formazioni saranno 12 con rose molto competitive, che potranno essere integrate entro e non oltre il 31 maggio. Le prime tre squadre di ogni girone disputeranno il tabellone di Champions, mentre le altre si dovranno scontrare per aggiudicarsi l'Europa League.

Non solo Aston Birra, Bochicchio e Sky Garden le favorite, questa 12° edizione della kermesse pontina si prevede combattuta è incerta come non mai! Buon divertimento!

 

Le Rose:

Aston Birra, Alma Executive, Birringham, Bochicchio Porte, Cavallino Car Service, Huncoat United, Il Grillo Parlante, New Team, Planet Win 365, Starlight, Sky Garden, Tabularasa.         

 

 

Read 376 times Last modified on Sunday, 06 May 2018 21:01

Related items

  • Il cerchio si restringe

    Champions: Cotta e Mangiata passa il turno e aspetta il Grillo in semifinale, ma per i grillini la partita di stasera è tutt’altro che una passeggiata. In Europa League prima vittima eccellente, la lotta per il titolo è più aperta che mai. 

     

    Si chiude sul 4-3 lo score complessivo tra Cotta e Mangiata e Cavallino Car Service. La formazione di mister Ercoli, orfana dopo pochi minuti del suo leader carismatico Vittorio Volpacchio e del bomber David Soldati, supera di misura l’ex Deportivo ed attende in semifinale la vincitrice tra Grillo Parlante e Toscano. In assenza del bomber arancio, sono stati Innamorati (doppietta) e Caforio (migliore in campo) a trascinare la squadra verso la vittoria, nonostante una buona prestazione di Cavallino Car che fino all’ultimo ha cercato la rete della speranza. Delusione doppia per Gian Marco Guglielmi, che con 10 gol è al momento secondo nella classifica cannonieri, preceduto di una sola rete proprio da David Soldati. Soldati che ora avrà almeno altre due partite per aumentare il distacco dagli inseguitori e per puntare con decisione a vincere il premio come miglior goleador del torneo. “Abbiamo incontrato una bella squadra, giovane e dinamica - ha commentato alla fine del match il mister di Cotta e Mangiata - Una squadra che non ha mollato fino alla fine, i nostri giocatori sono stati molto determinati in questa partita. Abbiamo avuto due importanti infortuni in campo, il nostro capitano e il nostro bomber, però la squadra c’è e lo ha dimostrato anche questa volta. A noi fa molto piacere vedere gli avversari che scendono in campo contro di noi con grande determinazione, ci fa capire di essere diventati una realtà di questo torneo. Allo stesso tempo è importante restare coi piedi per terra. Noi facciamo le nostre partite e ci divertiamo, che è la cosa più importante. Ora dobbiamo solo aspettare il verdetto del campo per conoscere la nostra avversaria in semifinale”. 

                                  

     

    Favorita alla vigilia, anche l’Aston Birra non delude le attese e supera un pericoloso Starlight, che non ci sta ad uscire prematuramente dalla competizione e lotta su ogni pallone fino alla fine. Col 2-2 dell’andata e un autogol per parte nella partita di ritorno, l’Aston deve ringraziare uno dei suoi giocatori migliori (MVP anche stasera) Giovanni Dragancea per il gol che vale la qualificazione. Entusiasmo alle stelle per l’Aston, percepibile anche dalle dichiarazioni di mister Pezzetta a fine match: “Finalmente, dopo un anno, l’Aston Birra riapproda in semifinale grazie a due gare di alto livello contro i rivali storici Starlight, ai quali posso solo fare i miei più sinceri complimenti per aver giocato questi quarti da vera squadra matura. Sono sicuro che anche al prossimo torneo invernale si posizioneranno nelle prime posizioni. Ma ora i complimenti maggiori vanno alla mia squadra che partita dopo partita si è meritatamente guadagnata il pass per le semifinali, sono felice di avere un gruppo di ragazzi che ama questa squadra e che dà sempre il massimo, cercando sempre di migliorarsi. Sono orgoglioso di essere il loro coach. Sempre e solo forza Aston!”

                                                                  

     

    Arrivano i primi verdetti anche in Europa League, dove il Partizan Degrado ribalta l’ 1-2 dell’andata con un secco 3-1 ed elimina a sorpresa La Rinascente. Una partita molto combattuta, chiusa con l’arrembaggio dei biancorossi in cerca del gol del pareggio che sarebbe valso i rigori. Soddisfazione al termine della gara per il capitano del Partizan, Alessio Ferretti: “Contro ogni pronostico siamo riusciti a ribaltare il risultato, possiamo dire la nostra in questa competizione”. In semifinale arriverà la vincente tra Sky Garden e Porcelli Impianti: “Abbiamo già incontrato Sky Garden nel girone, sappiamo che è una squadra forte. Chiunque arriverà in semifinale se lo sarà meritato, sarà una partita difficile ma noi vogliamo arrivare fino in fondo”. Così il capitano, al quale ha fatto eco l’eroe della serata Matteo Bizzotti, autore di una tripletta: “Sapevamo di incontrare una squadra forte, con degli ottimi singoli. Oggi non erano al completo, ma penso che stasera abbia vinto chi ha giocato meglio”. La società, attraverso il mister, si è detta molto compiaciuta per il risultato portato a casa dai propri ragazzi.  

                                         

  • Il Grillo allunga, Aston e Cotta & Mangiata inseguono

    4°giornata - Girone A

    Il primo match vede contrapposte le due squadre catarifrangenti del girone A: Grillo Parlante e Partizan Degrado. Ma solo il colore della prima maglia accomuna le due compagini. Infatti, mentre il Grillo Parlante è in testa al girone con la miglior difesa ed il secondo miglior attacco, il Partizan ha portato a casa fin qui solo una vittoria ed occupa la zona bassa della classifica (con una partita da recuperare). 

    Ed è proprio il Grillo ad aggiudicarsi la vittoria imponendosi sugli avversari per 3-1 (di Auletta, Pelagalli e Sebbastianelli i gol). Il Partizan esce dal campo con zero punti (è Alessio Terenzi a segnare il gol della bandiera per i suoi), ma ha ancora molto tempo per recuperare. La settimana prossima i giocatori in maglia fluo se la vedranno con Cotta e Mangiata, una partita molto difficile ma tutta da giocare. 

    Alle 21:00 va invece in scena il big match della serata: New Team contro Cotta e Mangiata. 

    Lo zero nella casella punti scotta per il New Team. Alla disperata ricerca di un risultato positivo, i Canarini scendono in campo con una marcia in più e per lunghi tratti della partita mettono in campo una prestazione super. 

    È Cotta e Mangiata a portarsi avanti dopo pochi minuti con un gran gol da posizione defilata del numero 10 Antonello Ciotti, ma il risultato torna quasi subito in parità grazie al gol del numero 7 Daniele Dallago, servito splendidamente in area da Pasquale Torrente. A prima frazione di gioco si chiude così sul risultato di 1-1. 

    Nel secondo tempo, nonostante una bella occasione da gol per il numero 22 Torrente, è di nuovo Cotta e Mangiata a portarsi in vantaggio, ancora una volta con Ciotti. New Team accusa il colpo e i giocatori in maglia arancio trovano sei minuti dopo il gol del 3-1 con David Soldati. 

    Ma Cotta e Mangiata, sulle gambe per la trasferta ad Alba Adriatica, abbassa un po' il ritmo dopo il gol e New Team torna in partita. A pochi minuti dalla fine, grandissima azione dei gialli col numero 10 Roberto Curcio che balla sul pallone e serve il numero 7 Dallago che insacca il gol del 3-2.

    Non c'è più tempo per il gol del pareggio, i campioni d'inverno conquistano la vittoria e si portano in terza posizione nel girone con una partita da recuperare.

    A chiudere la serata Aston Birra - Sky Garden 

    A dieci minuti dall'inizio l'Aston si porta in vantaggio con Alex Prejmerean. Dopo altri dieci minuti arriva il raddoppio con un bellissimo gol del numero 23 Pulvirenti che dopo altri quattro minuti si ripete e con un gran tiro insacca il gol del 3-0. Basta a raccontare la storia della partita? 

    Sky Garden, con qualche assenza pesante, non è riuscita a rientrare in partita. A nulla è servito il gol segnato allo scadere da Dario Di Silvio.

    Mr Pezzetta ritrova un super Pulvirenti capace di spettacolari gols ma perde Quilli per squalifica dopo 1 min dall'inizio della partita, reo di aver commesso fallo da ultimo uomo. L'Aston, ancora imbattuto, si porta al secondo posto in attesa dei recuperi di PsG e C&M, diretti contendenti per la Champions.

    Per Sky Garden si frenano gli entusiasmi ma rimane ancora la possibilità del quarto posto, conterà molto lo scontro diretto della sesta giornata contro PsG.

     

  • Belo Pellican Team, la Coppa Italia è tua!

    I Pellicani si aggiudicano la Coppa Italia imponendosi su Cotta&Mangiata, 4-3 il risultato finale. 

    Per guardarli giocare ci siamo persi la storica rimonta del Barcellona sul PSG. Credeteci se vi diciamo che ne è valsa la pena. Con un pirotecnico 4-3, infatti, Barbarino e i suoi pellicani hanno messo le mani sulla Coppa Italia. 

    LA PARTITA - I giocatori del Belo partono subito forte e assediano la porta difesa dal numero 1 arancio. Dopo essersi avvicinati al gol in diverse occasioni, è Fabrizio Valle a trovare per primo la via della rete, portando in vantaggio i Pellican. Ma se a Cotta&Mangiata bastasse andare sotto di un gol per perdere la concentrazione, non ci sarebbe il suo nome sul trofeo per il primo posto del campionato appena concluso. E infatti i giocatori di Mr Ercoli agguantano il pari con Innamorati. Entrambe le squadre tengono alta la tensione: arriva il gol del 2-1 per il vantaggio arancio, firmato Soldati, al quale risponde quasi subito Omar Farhani, che porta il punteggio sul 2-2. Le squadre sono di nuovo pari, finché nel secondo tempo è Cotta&Mangiata a portarsi nuovamente in vantaggio con il gol del 3-2, messo a segno da un infinito Soldati a mezzo servizio, causa il solito ginocchio malconcio.

    I giocatori in maglia oro vedono passare davanti ai loro occhi le immagini dell'ultima sconfitta rimediata dagli avversari, costata il titolo di campioni, sentono le grida di incitamento di Barbarino, lanciano uno sguardo a tutti i tifosi accorsi in massa per incitarli. Questa volta no. Questa volta bisogna vincere. A riportare il Belo in partita è il beniamino della squadra, Valerio Piciucchi, che con un tocco sublime insacca sul secondo palo alle spalle del portiere il gol del 3-3 e subito dopo corre a festeggiare sotto la curva, con un'esultanza che resterà negli annali di questo torneo. 

    Cotta&Mangiata non demorde, ma continua a vedere le proprie scorribande offensive spegnersi tra le mani di Barbarino. E il gol vittoria arriva, ed è tutto dorato: azione offensiva del Belo che si conclude col tocco in rete di Scardellato e col definitivo 4-3 per i Pellican, che al primo anno di partecipazione si portano a casa la Coppa Italia. Cotta&Mangiata può uscire dal campo a testa alta dopo un torneo di altissimo livello. La vendetta del Belo è servita.

    IL CAPITANO - Capitan Barbarino ha commentato la partita nel post-gara: “Penso che sia una vittoria meritata, è stata sofferta ma fortemente voluta. Come diceva Boskov, alla fine c’è solo un vincitore. Come quando loro ci hanno battuti 2-0: siamo andati sott’acqua tre minuti, abbiamo preso due gol e abbiamo perso. Ci tengo a dire che il merito è tutto dei ragazzi, che hanno saputo ascoltare, e abbiamo vinto perché abbiamo giocato come sappiamo giocare. 

    Faccio i migliori complimenti a Cotta&Mangiata, la ritengo un’eterna rivale in questo torneo e spero di rivederla nel prossimo”. 

    Una squadra nata da pochissimo: “La squadra è nata dal nulla, da un sentimento di rivincita personale da parte mia e del mio vice capitano Valerio Piciucchi. Abbiamo messo insieme i ragazzi più giusti e più disponibili sul territorio. Insieme abbiamo creato un qualcosa che definirei un mostro più che una squadra, col tempo ci siamo conosciuti e abbiamo imparato ad aiutarci l’un l’altro nel momento del bisogno in campo. Conoscersi è stata la cosa più bella. Molti si conoscevano di vista, ma nessuno veramente, fino in fondo. Poi capisci che anche con persone che non conosci veramente hai tante cose in comune e tante da fare insieme”. 

    Barbarino ha poi dedicato la vittoria a tutti i sostenitori del Belo Pellican Team, che hanno accompagnato la squadra “da ogni singola partita fino alle birre insieme” e ha concluso con una battuta sul futuro: “Il futuro è scritto: noi vogliamo vincere il torneo estivo. Se giochi con piacere, con voglia, con dei compagni che ti sostengono e si sostengono l’un l’altro, il risultato è quello. Se uno fa ciò che vuole e fa ciò che gli piace fare il risultato può essere uno solo, quello che tutti vogliono, ossia la vittoria. Squadra che vince non si cambia, per cambiare mi dovranno battere. La domanda è una: al prossimo mi batteranno?”.

    Intanto la prossima sfida è già alle porte, quella contro New Team, per alzare al cielo anche la Supercoppa.

          

  • Belo Pellican Team, la Coppa Italia è tua!

    I Pellicani si aggiudicano la Coppa Italia imponendosi su Cotta&Mangiata, 4-3 il risultato finale. 

    Per guardarli giocare ci siamo persi la storica rimonta del Barcellona sul PSG. Credeteci se vi diciamo che ne è valsa la pena. Con un pirotecnico 4-3, infatti, Barbarino e i suoi pellicani hanno messo le mani sulla Coppa Italia. 

    LA PARTITA - I giocatori del Belo partono subito forte e assediano la porta difesa dal numero 1 arancio. Dopo essersi avvicinati al gol in diverse occasioni, è Fabrizio Valle a trovare per primo la via della rete, portando in vantaggio i Pellican. Ma se a Cotta&Mangiata bastasse andare sotto di un gol per perdere la concentrazione, non ci sarebbe il suo nome sul trofeo per il primo posto del campionato appena concluso. E infatti i giocatori di Mr Ercoli agguantano il pari con Innamorati. Entrambe le squadre tengono alta la tensione: arriva il gol del 2-1 per il vantaggio arancio, firmato Soldati, al quale risponde quasi subito Omar Farhani, che porta il punteggio sul 2-2. Le squadre sono di nuovo pari, finché nel secondo tempo è Cotta&Mangiata a portarsi nuovamente in vantaggio con il gol del 3-2, messo a segno da un infinito Soldati a mezzo servizio, causa il solito ginocchio malconcio.

    I giocatori in maglia oro vedono passare davanti ai loro occhi le immagini dell'ultima sconfitta rimediata dagli avversari, costata il titolo di campioni, sentono le grida di incitamento di Barbarino, lanciano uno sguardo a tutti i tifosi accorsi in massa per incitarli. Questa volta no. Questa volta bisogna vincere. A riportare il Belo in partita è il beniamino della squadra, Valerio Piciucchi, che con un tocco sublime insacca sul secondo palo alle spalle del portiere il gol del 3-3 e subito dopo corre a festeggiare sotto la curva, con un'esultanza che resterà negli annali di questo torneo. 

    Cotta&Mangiata non demorde, ma continua a vedere le proprie scorribande offensive spegnersi tra le mani di Barbarino. E il gol vittoria arriva, ed è tutto dorato: azione offensiva del Belo che si conclude col tocco in rete di Scardellato e col definitivo 4-3 per i Pellican, che al primo anno di partecipazione si portano a casa la Coppa Italia. Cotta&Mangiata può uscire dal campo a testa alta dopo un torneo di altissimo livello. La vendetta del Belo è servita.

    IL CAPITANO - Capitan Barbarino ha commentato la partita nel post-gara: “Penso che sia una vittoria meritata, è stata sofferta ma fortemente voluta. Come diceva Boskov, alla fine c’è solo un vincitore. Come quando loro ci hanno battuti 2-0: siamo andati sott’acqua tre minuti, abbiamo preso due gol e abbiamo perso. Ci tengo a dire che il merito è tutto dei ragazzi, che hanno saputo ascoltare, e abbiamo vinto perché abbiamo giocato come sappiamo giocare. 

    Faccio i migliori complimenti a Cotta&Mangiata, la ritengo un’eterna rivale in questo torneo e spero di rivederla nel prossimo”. 

    Una squadra nata da pochissimo: “La squadra è nata dal nulla, da un sentimento di rivincita personale da parte mia e del mio vice capitano Valerio Piciucchi. Abbiamo messo insieme i ragazzi più giusti e più disponibili sul territorio. Insieme abbiamo creato un qualcosa che definirei un mostro più che una squadra, col tempo ci siamo conosciuti e abbiamo imparato ad aiutarci l’un l’altro nel momento del bisogno in campo. Conoscersi è stata la cosa più bella. Molti si conoscevano di vista, ma nessuno veramente, fino in fondo. Poi capisci che anche con persone che non conosci veramente hai tante cose in comune e tante da fare insieme”. 

    Barbarino ha poi dedicato la vittoria a tutti i sostenitori del Belo Pellican Team, che hanno accompagnato la squadra “da ogni singola partita fino alle birre insieme” e ha concluso con una battuta sul futuro: “Il futuro è scritto: noi vogliamo vincere il torneo estivo. Se giochi con piacere, con voglia, con dei compagni che ti sostengono e si sostengono l’un l’altro, il risultato è quello. Se uno fa ciò che vuole e fa ciò che gli piace fare il risultato può essere uno solo, quello che tutti vogliono, ossia la vittoria. Squadra che vince non si cambia, per cambiare mi dovranno battere. La domanda è una: al prossimo mi batteranno?”.

    Intanto la prossima sfida è già alle porte, quella contro New Team, per alzare al cielo anche la Supercoppa.

          

  • Coppa Lazio: abbiamo le finaliste

    Fantastiche Carogne, sarà Deportivo - New Team. 

    Le Carogne, sotto di due gol dopo la partita d'andata, sfoderano la migliore prestazione della stagione.

    Il 2 a 0 dell’andata aveva fatto ben sperare Tavoletti nella buona riuscita del passaggio del turno. Quello che i giocatori in maglia gialla non potevano immaginare, era trovarsi di fronte la migliore prestazione del Deportivo. Sette diavoli in maglia nera (uno in maglia rosa, per la verità) hanno portato a casa l’impresa, ribaltando il risultato e conquistando, ai rigori, un posto in finale. 

    E dire che il primo tempo si era chiuso sul 2 a 2, risultato favorevolissimo per Tavoletti, ma rimaneggiati dall'improvviso stiramento muscolare di Pelagalli. Al ritorno in campo i gialli, complice l’assenza di cambi disponibili, hanno accusato la stanchezza e subìto il ritorno degli avversari. Con un lancio da Play Station, Milano mette D’angeli solo davanti al portiere, il numero 17 non sbaglia ed appoggia in porta la palla del 3 a 2. A portare a termine la rimonta, il gran sinistro su punizione di Gian Marco Guglielmi, sicuramente il migliore dei suoi, nonostante la prestazione maiuscola di tutta la squadra. 

    Si va ai rigori: 4 centri a 2 lo score. Due rigori parati da Spiga. Il Deportivo è in finale.

    A raggiungere il Deportivo in finale sarà la New Team, uscita vincitrice dallo scontro in semifinale con il Belvedere. Dopo il perentorio 5 a 2 dell’andata, i canarini hanno vinto anche la gara di ritorno per 3 reti a 2, ma non con la serenità prevista. Una gara di ritorno, infatti, che si è messa subito in salita, merito del caparbio Belvedere che chiude il primo tempo per 2 a 0 e spera nel recupero. Sugli scudi, nella ripresa, soprattutto Grassi e Bardi, che annullano il vantaggio del Belvedere firmato da Boccia e Gentili. Grassi e Boccia protagonisti anche in negativo, a causa della doppia espulsione rimediata nel finale. 

    New Team che agguanta così la vittoria e conquista l’ultimo posto disponibile per il big match di mercoledì 8, data prevista per la finale di Coppa Lazio. 

    Speriamo di assistere ad un bello spettacolo.

Leave a comment

Calcio a 8

Calcio a 8 - info e regole generali

Calcio a 8 - info e regole generali

Il calcio a 8 (familiarmente chiamato anche calciotto) è uno sport di squadra derivato dal calcio tr...

football

Calcio a 7: al via il torneo d'Elite del  calcio Pontino

Calcio a 7: al via il torneo d'Elite del calcio Pontino

Amici del calcio pontino, tenetevi forte. L’estate è alle porte: i campionati locali, ora nel clou, ...

Sidebar Ad 2

News

Calcio a 7 - info e regole generali

Calcio a 7 - info e regole generali

Il Calcio a 7 è una variante del gioco del calcio, praticata a livello amatoriale. Gli enti di promo...

matches

Eventi

Sidebar Ad 6

Links Consigliati

La Gazzetta Pontina
www.lagazzettapontina.it
Segui tutti gli eventi sportivi del tuo territorio
Pontina Calcio Show
www.pontinacalcioshow.it
News e aggiornamenti del calcio pontino

Beach Tennis

    Social

    Contact

    Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

    Website: www.pontinasport.it

    We have 49 guests and no members online

    JoomShaper