Il Corriere della Città
www.ilcorrieredellacitta.com
Segui lo sport sul portale on line di Pomezia ed Ardea

Sky Garden e New Team avanti, solo un pareggio tra C&M e Grillo

Written by  Shady Ismail
Published in Featured
Thursday, 29 June 2017 12:23

Semifinale di ritorno in salita per Partizan e PSG mercoledì prossimo. Cotta & Mangiata e Grillo Parlante terminano il match a reti inviolate. 

Si chiude sul risultato di 3-1 la semifinale d'andata di Europa League tra Sky Garden e Partizan Degrado. E dire che nel primo tempo è proprio il Partizan a portarsi in vantaggio con Alessandro Amati, salvo poi farsi riprendere poco prima della pausa a causa di una disattenzione del portiere su un gran lancio da centrocampo di Gianluca Cantisani. Nel secondo tempo Sky Garden prende sempre più campo, fino a trovare il gol del vantaggio firmato Cristian Castelletti. Nel finale Alessio Valenza allunga le distanze con il terzo gol e consegna alla propria squadra un vantaggio importante in vista del ritorno di mercoledì prossimo. Per il Partizan la semifinale è tutta in salita, ma i giocatori in maglia verde evidenziatore hanno già dimostrato di poter rimontare lo svantaggio nelle partite di ritorno, come fatto nei quarti contro la Rinascente.

 

Reti bianche nell'altra semifinale valida per la Champions League tra Cotta & Mangiata e Il Grillo Parlante. Le due squadre hanno giocato una partita molto equilibrata a centrocampo creando però poche occasioni da gol, giusto il pareggio. Entrambi i capitani, Laoretti e Volpacchio, hanno commentato la partita in zona mista definendo il risultato giusto per i valori visti in campo tra le due squadre, tra le migliori del torneo anche sotto il punto di vista del gioco. I giocatori sono già pronti e concentrati per il match di ritorno che, ne siamo certi, ci regalerà grandi emozioni.

Grandi emozioni come quelle che hanno fatto vivere ai tanti spettatori New Team e PSG nell'altra semifinale di Europa League. Una partita maschia e senza esclusione di colpi quella messa in campo dalle due squadre, vinta per 2-1 da New Team grazie ad una doppietta di Andrea Grassi (del solito Pagliaro il gol dei parigini). Una vittoria di misura da difendere con i denti in vista di un ritorno che promette uno spettacolo assicurato.

Read 483 times Last modified on Thursday, 29 June 2017 12:25

Related items

  • Valanga di gol

    Nella serata dei playoff e playout è valanga di gol!

    Si comincia con le due sfide da dentro o fuori. I primi a salutare la competizione sono i Lautari battuti per 4 a 1. Se pur con qualche difficoltà ad adattarsi a questo rettangolo di gioco, i ragazzi di Armando Buzzetti sono stati per tutto il campionato autori di grande sportività portandosi a casa, oltre a un gustoso ricordo, il premio Fair Play. Tabularasa passa così ai quarti di Coppa Lazio dopo un percorso incerto. Chissà se Sales, Tamburrini & Co riusciranno a trovare la retta via.

    Il match tra PIM Antincendio e Starlight è al cardiopalma! Nessuno vuole rinunciare all'ultimo posto disponibile sul tabellone di coppa. I ragazzi di mister Colista partono a razzo forti della loro esperienza in questo tipo di sfide. Massaccesi fa reparto da solo portandosi dietro tutta la retroguardia nera, il resto lo combina Sgriccia in difesa, ormai leader di reparto e libero di impostare il gioco.  PIM è stordito ma mai domo. Aiello e Pellegrino non si arrendono e portano per mano la squadra sul clamoroso 4 pari, a pochi minuti dal termine. Proprio del talentuoso portiere il tiro dalla distanza che fa saltare in piedi la panchina! La sorte non è dalla parte di PIM e forse non lo è mai stata in tutto il corso del campionato. Infatti, come di consueto arriva la beffa negli ultimi secondi grazie a un autorete su calcio d'angolo del povero Romiti, motorino onnipresente del centrocampo! Starlight tira un sospiro di sollievo, felice di non aver vanificato così tanta fatica.

    La serata si chiude in bellezza con una scoppiettante sfida tra Parrucci e New Team! Gli arancioneri prevalgono sul risultato grazie alla straordinaria forma di Sportoletti e Mengozzi, pilastro della difesa. Adesso in coppa Italia i giochi si fanno ancora più duri perchè arriva Sky Garden, stimolante ma difficile da arginare. I Blues perdono ma cambiano soltanto obiettivo, quella coppa già vinta nel 2017.

  • 17° giornata - Un mercoledì da leoni
    17°giornata
     
    In un mercoledì da leoni scendono in campo 8 squadre.
     
    Con il campionato ormai agli sgoccioli e chiuso alle prime tre in classifica, è gran bagarre nelle retrovie per aggiudicarsi un miglior piazzamento in vista dei tabelloni di coppa.
     
    Apre la serata un evergreen di questa competizione: Cavallino vs Starlight.
    Il match sembra in discesa per gli All Blacks grazie al possesso palla di Venneri e David a centrocampo e ai gol di Guglielmi e Catalini. Nel secondo tempo esce la grinta di Starlight che accorcia le distanze e tenta il pareggio in extremis. Rimaneggiati e con Sgriccia costretto al ruolo di libero difensivo, rimane una buona prova per Simeone e compagni, di buon auspicio in vista dei playout.
     
    Inizia il secondo match e PIM Antincendio è già in vantaggio contro Quentin Bar.
    Tutto da copione quindi...pensate che se questo campionato si chiudesse tutto nei primi 25 minuti, probabilmente PIM sarebbe lì a lottare nella parte alta della classifica. Peccato però che poi bisogna giocare un altro tempo, quello decisivo. Quentin Bar infatti non si fa aspettare troppo e infila tre reti che valgono tre punti.
    Per D'ilario ancora una prova da incorniciare.
     
    Sono le ore 21.30 e la rimaneggiatissima Phoenix inizia la sua partita in 6. Di sicuro non è la sfida adatta per partire in inferiorità numerica, anche perchè dall'altra parte del campo c'è Soldati, assetato di gol.
    Cotta & Mangiata ne fa solo uno prima dell'arrivo del settimo uomo per Phoenix, dopodichè dilaga.
    Dopo questi due mesi da incubo, per Phoenix non rimane che leccarsi le ferite e puntare a testa alta ai playoff di Coppa Italia.
     
    E' tardi e fa freddo... in via del tutto eccezionale è in programma un altro scontro, quello tra gli intramontabili New Team e la new entry Parrucci.
    Gli arancioni deludono le aspettative, gettano la spugna e subiscono un brutto k.o. Orfani di Sportoletti, non basta il solo Siciliano a illuminare i suoi.
    New Team invece è solida e non invecchia mai, rispolvera un grande Tavaglione autore di una doppietta. I blues accorciano in classifica proprio su Parrucci, che con molta probabilità incontreranno nuovamente tra 2 settimane nei playoff.

     
  • Sky Garden - Il Grillo Parlante: la notte dei lupi

     

    Nuvole nere osservano dall’alto l’unico spettacolo disponibile di un freddo mercoledì sera. Mentre tutti sono in casa a guardar perdere la propria squadra del cuore, su un piccolo campo verde 14 appassionati (più le panchine) stanno per misurarsi nello sport più bello del mondo. 

    Ciò che ancora non sanno è che anche le nuvole nere sono della partita... 

    Il temporale che segue è tanto fragoroso che sembrano piovere cani e gatti, come direbbero i londinesi (da sempre più eleganti dei romani), tanto che si potrebbe non giocare. L’arbitro indica i capitani, decidono loro. Cantisani e Laoretti si guardano (col primo a metà tra un dio greco e un assatanato, con niente sotto la divisa è già zuppo dal riscaldamento perché primo a scendere in campo), sorridono, annuiscono. Tradotto: “della pioggia ce ne infischiamo, si gioca!” Guadagnandosi il rispetto di tutti (e l’odio bagnato di qualcuno) i due si stringono rapidamente la mano, l’arbitro fischia, si comincia. 

    E Bianchini - stasera in versione pistola più veloce del west - fa subito contenti i suoi con due gol nei primi minuti. Ma il campo è pesante, correre costa il doppio della fatica e lo Sky Garden si lascia schiacciare nella propria metà campo dagli avversari. La pressione paga, Auletta e capitan Laoretti rimettono a posto le cose portando il risultato sul 2-2, ma anche questo risultato è destinato a durar poco: dopo una manciata di minuti Andrea Ricciardo trova la porta difesa da Carroccia Jr, superando l’estremo difensore fluo per il 3-2 che potrebbe valere la vittoria. Potrebbe, perché mentre il match volge al termine un fallo che pareva innocuo concede una punizione da lontanissimo al Grillo. Sulla palla c’è quel 10 lì, quello che quest’anno abbiamo visto poco e di cui i più romantici hanno sentito la nostalgia. Su quella palla c’è Mirko Lascialfari. Guarda la porta, mira, tiro, rete. Il Grillo esulta, tre a tre quando manca pochissimo, ormai è fatta. 

    Poi sotto il temporale risuona l’urlo del pistolero: Bianchini fa capire ai compagni che il pareggio non è contemplato e li sprona a dare di più, nonostante siano tutti fradici e gelati fin dentro le ossa. Il tempo è quasi scaduto, le speranze si assottigliano, quando un pallone sporco attraversa l’area del Grillo in cerca della deviazione vincente... Sapete già come continua questo racconto, no? Bianchini, veloce quanto Terence Hill in “Lo chiamavano trinità” raggiunge il pallone prima di tutti e lo mette alle spalle di Carroccia Jr, siglando il terzo gol personale, quello del 4-3 che vale la vittoria. 

    Triplice fischio, è finita per davvero. I giocatori corrono negli spogliatoi a godersi la meritatissima doccia calda. Difficile ricordare una vittoria più sofferta fisicamente, più significativa, più bella. Ora l’Aston è a -3 quando mancano solo tre giornate. Il sogno si può quasi toccare.

  • Bonus Track - 7a Giornata

     

    Bentornati a Bonus Track, l’unica rubrica che questa settimana esce col fuso orario di New York. 

    Altre considerazioni. 

     

    1. L’invincibile armada si conferma anche contro il Birringham City superando gli avversari con un 3-0 da applausi. Capitan Cantisani, spalleggiato da Colonnelli e Di Stefano, sembra dire ai suoi: “Voi divertitevi e divertiteci, qui dietro ci pensiamo noi”. La classe infinita di Valenza e l’istinto da cecchino di Bianchini hanno fatto il resto, valori aggiunti di una squadra che gioca da squadra e per questo occupa, meritatamente, la prima posizione. Con questa vittoria Sky Garden raggiunge il settimo risultato utile consecutivo. Applausi a scena aperta. 
    2. In vetta insieme a Sky Garden c’è però anche l’Aston Birra, che di farsi beffare anche quest’anno non ne vuol sapere. Nonostante le diverse assenze - prima tra tutte quella di Prejmerean - l’Aston si aggiudica agevolmente i tre punti contro Lautari. Da segnalare un mostruoso Pulvirenti: cinque gol e Man of the match. Non voleva far sentire ai compagni la mancanza di Alex, nel farlo ha superato se stesso. Give me five. 
    3. Planet Win 365 si aggiudica lo scontro diretto per il terzo posto contro New Team in uno degli incroci più attesi della settimana. Ottima prestazione di squadra per Planet Win, tra le cui fila si è distinto Alberto Antinori, autore di entrambi i gol ambedue su azione personale rapida e letale. Terzo posto blindato e prime sempre ad un punto di distanza. Mica male. 
    4. Cominciamo col dire che Parrucci - Cavallino Car Service è stata senza dubbio la partita più bella del settimo turno: 13 gol messi a segno, tre triplette, continui ribaltamenti di fronte e di risultato hanno dipinto un 7-6 al cardiopalmo che ha visto la banda Santoli trionfare sugli All Blacks. Per Cavallino si tratta della seconda sconfitta in campionato dopo quella della scorsa giornata rimediata contro Cotta & Mangiata, che tradotto significa -6 dalla vetta occupata al momento da Sky Garden e Aston Birra. Finiti i sogni di gloria?  
    5. Un Grillo Parlante rimaneggiato frena l’avanzata di Cotta & Mangiata grazie ad una prestazione eroica del numero uno fluo Simone Carroccia. Nonostante i due gol incassati firmati Soldati (che ve lo dico a fare), l’estremo difensore del Grillo è riuscito a tenere a galla la propria squadra impedendo ai gialloblu di dilagare e blindando il 2-2 finale.                                      
    6. La vittoria di Quentin Bar su Starlight per 3-0 conferma la crisi di risultati della squadra capitanata da Simeone. Giunti alla sesta sconfitta, gli arancio devono ora rimettersi presto in carreggiata. Buona prova per Quentin, padrona del gioco per lunghi tratti della partita.
    7. Manita di Alma Executive ai danni di Phoenix. Mattatore della serata Marco Gloria, il quale, compreso che in campo si parla coi piedi, ha utilizzato il fiato risparmiato per presentarsi lucido sotto porta, riuscendo a siglare una tripletta (prima in stagione) e a guadagnarsi il titolo di Man of the match. Non era così difficile. Ottima prova anche per l’estremo difensore Tesoro. Con questa vittoria Alma scala una posizione ed insidia proprio quella occupata da Phoenix, distante ora solo un punto. Fiato sul collo. 
    8. Finisce 2-2 l’incrocio tra Partizan Degrado e PIM antincendio, con tanti rimpianti per la seconda. Avanti di due gol, i giocatori in maglia nera si sono fatti recuperare negli ultimi dieci minuti di gioco dal Partizan976, guidati da un fantastico Giacinto, autore di due assist al bacio trasformati in gol da Marcomei (doppietta). Never back down.
    9. Dopo una serie di risultati deludenti arriva la prima gioia per Pizzeria da Gabriele contro un Tabularasa in crisi d’identità. il 2-1 firmato Balducci (doppietta) consegna ai ragazzi di Peppone tre punti fondamentali per risalire a galla dal fondo della classifica. L’ottima prestazione di Giorgi e il ritorno di Lombardi non sono bastati a Sales e compagnia per evitare la quinta sconfitta stagionale.
    10. Anche la prima vittoria di SOMP si è fatta attendere a lungo, ma alla fine è arrivata. Con l’1-0 rifilato a Simon Cafe’ la squadra guidata da Matteo Sella ha finalmente conquistato i primi tre punti in campionato. Fuochi d’artificio. 

     

     

     

  • Bonus Track - 6a Giornata
    1. Al decimo minuto di Sky Garden-Parrucci i tifosi dei blancos in tribuna si stropicciavano gli occhi per capire se quella davanti a loro fosse davvero la propria squadra del cuore o la rappresentazione in calzoncini di un film dell’orrore. Senza Colonnelli e con Cantisani infortunato - ma regolarmente in campo da buon capitano - la difesa blanca ha sofferto gli affondi a tinte arancio di Sportoletti (ancora una volta straripante) e Siciliano, tanto da trovarsi sotto di due gol dopo una manciata di minuti. Ma sul ciglio del tracollo si riconoscono i guerrieri: Torri e Valenza salgono in cattedra e trascinano i compagni verso l’incredibile rimonta, con tanto di gol diretto da calcio d’angolo e su punizione del numero 8 blanco, beniamino della curva. Vittoria e primo posto conservato. Non si molla niente (per essere educati). 
    2. In Coabitazione con Sky Garden si conferma al vertice l’Astor Birra. Dopo un primo tempo dominato dai ragazzi di Pizzeria da Gabriele, i Birrans sono riusciti a volgere a loro favore l’inerzia del match grazie all’ennesima prestazione super di Prejmerean. A differenza degli scorsi anni, in questa stagione i Birrans sono sempre più Alex-dipendenti. Mister Pezzetta spera di non doverne mai fare a meno, i tifosi pure. 
    3. In uno dei due match più attesi della settimana Planet Win 365 supera di misura Il Grillo Parlante al termine di un incontro da brividi e applausi. Nove reti totali, Sebastianelli e Antinori protagonisti e terzo posto consolidato per la squadra di Barbarino e Gagliardi. 
    4. Parliamoci chiaramente: se la New Team continua a vincere è tutto merito di questa rubrica. Dopo il disappunto per esser stati definiti “incompleti” nelle prime giornate, gli ex canarini hanno inanellato tre vittorie consecutive senza subire gol e facendo registrare la miglior difesa del campionato con soli cinque gol subiti. Scherzi a parte, sta per iniziare un mese d’inferno per gli uomini di Dallago: Planet Win 365, Cotta & Mangiata, Il Grillo Parlante e Cavallino Car service. Se al termine di questo girone dantesco la New Team risulterà essere ancora la difesa meno battuta del torneo avremo di fronte una possibile pretendente al titolo.
    5. Nel big match di giornata il triplice fischio dell’arbitro sancisce la prima sconfitta stagionale per Cavallino car service. E non importa che per la prima volta dalla sua fondazione Cavallino abbia incontrato Cotta & mangiata da prima della classe e non viceversa, quello coi gialloblu non è mai un incontro semplice. Gli All Blacks sono parsi distratti e fuori condizione, non è un caso che i due gol portino la firma di due difensori e nascano entrambi da palla inattiva. Dopo il pareggio rimediato contro lo Sky Garden, gli uomini di Vita perdono altri tre punti importanti per la conquista del titolo. Vittoria fondamentale per Cotta & Mangiata, che rosicchia velocemente il gap con le prime ed ora è a soli tre punti dal primo posto. Col miglior attacco del campionato la remuntada è molto più di un semplice speranza. A proposito di attacco, torna in forma smagliante David Soldati dopo la prestazione opaca della scorsa settimana, due gol messi a segno e Man of the match. Vecchio a chi?
    6. Nuovo stop per il Birringham, uscito sconfitto nel match contro Alma Executive. Scesi in campo nervosi e senza idee, come la peggior copia di loro stessi, i rojoblanco hanno sofferto la grinta degli avversari, bravi a metterli all’angolo e a sfruttare al meglio le occasioni create. Per Alma una vittoria fondamentale che mancava dalla prima giornata. 
    7. Si conclude con un pareggio l'avvincente incontro tra Quentin Bar e Tabularasa, con quest'ultima che inizia finalmente a racimolare punti preziosi per allontanarsi dal fondo della classifica. Perde una posizione invece Quentin Bar, che scivola all'undicesimo posto. 
    8. In uno scontro di bassa classifica, come lo è Simon Cafe’-Starlight in questo traballante inizio di campionato, difficilmente vedremo le mirabolanti giocate delle prime della classe. Ma se le partite fossero tutte così non avremmo bisogno dell’arbitro e non vedremmo mai giocatori rendersi ridicoli infuriandosi più per una partita di calcio a 7 che per il debito pubblico. Al di là del risultato - 4-1 per i rossoneri e Matteo Bonfè protagonista assoluto con una tripletta - ciò che colpisce del match e di queste due squadre sono la voglia di giocare e l’umiltà, due qualità troppo spesso sottovalutate. Bravi e grazie.
    9. Arriva infine la prima vittoria del Partizan Degrado nel match contro Lautari. Dopo i segnali incoraggianti visti nelle ultime due uscite, Ferretti e compagni calano il poker sugli avversari, bravi a restare in partita fino alla fine e sfortunati in almeno tre occasioni da gol neutralizzate dal numero 1 in maglia rosa. Man of the match Filipp Amato, tuttocampista anima e cuore dei giocatori in maglia bianca.  Per il Partizan una boccata d’aria fresca dopo un inizio di stagione deludente. 9 bis. Cari Lautari, la prima vittoria arriverà. Non disperate.
    10. Anche per questa settimana è tutto, Bonus Track torna tra 7 giorni col racconto della 7a giornata. 

     

     

Leave a comment

Calcio a 8

Calcio a 8 - info e regole generali

Calcio a 8 - info e regole generali

Il calcio a 8 (familiarmente chiamato anche calciotto) è uno sport di squadra derivato dal calcio tr...

football

Calcio a 7: al via il torneo d'Elite del  calcio Pontino

Calcio a 7: al via il torneo d'Elite del calcio Pontino

Amici del calcio pontino, tenetevi forte. L’estate è alle porte: i campionati locali, ora nel clou, ...

Sidebar Ad 2

News

Calcio a 7 - info e regole generali

Calcio a 7 - info e regole generali

Il Calcio a 7 è una variante del gioco del calcio, praticata a livello amatoriale. Gli enti di promo...

matches

Eventi

Sidebar Ad 6

Links Consigliati

La Gazzetta Pontina
www.lagazzettapontina.it
Segui tutti gli eventi sportivi del tuo territorio
Pontina Calcio Show
www.pontinacalcioshow.it
News e aggiornamenti del calcio pontino

Beach Tennis

    Social

    Contact

    Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

    Website: www.pontinasport.it

    We have 61 guests and no members online

    JoomShaper